Quali sono le case più richieste sul mercato immobiliare post Covid

Dopo un anno difficile come quello appena passato, caratterizzato dall’emergenza sanitaria Covid che ha portato necessariamente a un nuovo modo di approcciarsi e vivere l’ambiente domestico, le famiglie italiane non sembrano avere dubbi su come dovrebbe essere l’immobile dei propri sogni e cosa è essenziale per soddisfare queste nuove esigenze abitative.

Quali sono quindi le case più vendute dopo le esperienze di lockdown? E quali sono le caratteristiche maggiormente ricercate oggi e che dovrebbe avere l’abitazione ideale? Scopriamolo insieme.

Come è cambiata la domanda

Il mercato immobiliare nazionale sta reagendo bene agli effetti della pandemia, che se da una parte ha forzatamente rallentato i volumi di compravendita e le tempistiche, date ad esempio le limitazioni negli spostamenti, dall’altra ha contribuito ad aumentare il desiderio da parte di molte famiglie di cambiare casa per ricercare una dimensione abitativa più adatta alle nuove necessità.

Secondo alcuni studi, il numero di case in vendita nel 2020 è cresciuto del +43% rispetto a quanto era stato registrato l’anno precedente. La tipologia di case più ricercate vede al primo posto l’appartamento, seguito da ville e villette e case indipendenti; queste ultime due nel corso del 2020 hanno visto una crescita di interesse molto rilevante, compresa tra il 56% e il 68%.

Nell’ambito degli appartamenti è senza dubbio il trilocale il più desiderato (32,3%); subito dopo sul podio si trovano i quadrilocali (24,4%) e i bilocali (24%).

Interessante notare come sia aumentato notevolmente il numero dei monolocali messi in vendita nel 2020, contrariamente a quanto invece è accaduto con i tagli più grandi (dai cinque locali in su) che hanno visto una riduzione consistente della loro presenza tra le offerte immobiliari.

Si tratta di una dinamica molto interessante che mette bene in luce un cambio di rotta rispetto al passato: è diminuita la richiesta di immobili per investimento, come i monolocali appunto, per effetto di un maggior ricorso allo smart working e alla didattica a distanza; contrariamente chi invece già possedeva una casa dalla grande metratura oggi dimostra di non volerla proprio vendere.

Rimane comunque molto importante la posizione in cui si trova l’immobile; rispetto a qualche anno fa oggi si assiste ad una rivalutazione di periferie e le campagne, che consentono di poter acquistare immobili con spazi esterni come giardini e terrazze, mantenendo comunque cifre contenute.

Verso una casa più grande, lo spazio di prima non basta più

Tagli più grandi e metrature più ampie. Gli italiani sembrano essere tutti piuttosto concordi: oggi c’è bisogno di più spazio, e per chi si trova ad acquistare casa questa è una delle caratteristiche principali.

Il Covid ha modificato nel profondo il nostro stile di vita che ha portato a
scontrarsi con le difficoltà che si riscontrano nella convivenza forzata in pochi metri quadri, nel gestire il lavoro da casa e spesso nella mancanza di spazi aperti; tutti aspetti che hanno influito nel profondo su quanto sia essenziale considerare oggi metrature più elevate.

Avere una stanza in più, da adibire ad ufficio oppure dedicare ad hobby, è diventato ormai un requisito indispensabile tra coloro che vogliono comprare casa, come anche la presenza di terrazzi e balconi che nel corso di un anno è cresciuta tra i desideri delle famiglie del 10,3%.

Aree d’Italia, dove si cerca di più casa?

Ragionando per volumi di crescita al primo posto si posiziona il Nord Italia, seguito dal Centro e in terza posizione dal Sud e Isole; proprio in queste ultime però si registrano gli incrementi più alti, rispettivamente del 48% e del 43% nell’ultimo anno.

Entrando maggiormente nel dettaglio le regioni dove si sono cercate più case sono Lombardia, Lazio e Veneto; interessante quanto avvenuto in Molise, che ha visto la crescita più alta di tutta Italia nel 2020, con un incremento delle ricerche del 76%.

Come cambiano le esigenze se si parla di case in affitto

La situazione sembra però essere diversa se anziché considerare le case in vendita si valutano le abitazioni in affitto.

Quando si parla di locazioni, secondo i dati, non ci sarebbe un cambiamento radicale delle esigenze rispetto al passato: la media delle superfici ricercate per gli immobili in affitto, infatti, non sembra aver subito cambiamenti nell’ultimo anno, e si posiziona sempre attorno ai 63 metri quadrati. Brusco e naturale calo invece negli affitti dei centri storici e nelle aree universitarie delle maggiori città.

Gli articoli più letti

Stai pensando di vendere casa?

Con RockAgent vendi il tuo immobile in 45 giorni, senza provvigioni.
Condividi