Come stabilire il giusto prezzo di una casa

Acquisto e vendita di immobili: come riuscire a definire un valore credibile per la vendita di una casa? Nella valutazione immobiliare molti sono i fattori che concorrono a stabilire una quotazione adeguata, vediamo insieme perché è importante conoscerli.

Dimensione e posizione in prima linea

Senza dubbio i primi aspetti da dover considerare sono la dimensione e la posizione dell’immobile, tantoché nel giro di qualche centinaio di metri i prezzi possono arrivare a variare fino al 100%. Anche le caratteristiche dell’edificio in cui si trova la casa pesano però sul valore immobiliare, a partire dall’epoca di costruzione e dalla sua manutenzione.

L’età dell’immobile e il contesto ambientale

Le case con più di vent’anni, infatti, se non ritenute di qualche valore storico o architettonico e non interessate da opere di ristrutturazione, hanno un valore piuttosto ridotto sul mercato.
Numeri alla mano, stando a quanto stimato da L’Economia del Corriere della Sera, un immobile nuovo costa il 30% in più rispetto a uno che ha dai 25 ai 40 anni, mentre può arrivare addirittura al 50% se paragonato a uno più vecchio.

Ma non è tutto, lo stato di manutenzione del condominio può far crescere o diminuire notevolmente l’appeal, come anche l’ambiente circostante. Una casa in una zona rumorosa o nei pressi di un locale, infatti, può rappresentare una discriminante.

Il supporto di un professionista

Come riuscire dunque a definire un prezzo adeguato? Nonostante l’abbondanza di informazioni reperibili sul web, il supporto di un professionista si rivela cruciare nel momento della valutazione immobiliare. L’esperienza e il network di un’agenzia oltre a definire il giusto prezzo di vendita possono ridurre notevolmente la presenza di un’abitazione sul mercato.

Stai pensando di vendere casa?

Con RockAgent vendi il tuo immobile in 45 giorni, senza provvigioni.
Condividi