Padre cerca una casa su internet per la propria figlia

Come comprare casa per i propri figli, le opzioni da scegliere

Genitori che desiderano acquistare un immobili per i propri figli, come fare? Due sono le principali possibilità tra cui poter scegliere: il pagamento totale o parziale del valore dell’immobile al momento della stipula del contratto di vendita direttamente al venditore, oppure la donazione di denaro. In questo articolo ecco i consigli per non sbagliare.

Stai pensando di vendere casa?

Con RockAgent vendi il tuo immobile in 45 giorni.

Come scegliere?

Dipende. Conoscere le modalità opportune quando si ha a disposizione una somma consistente da poter investire sul mercato immobiliare per finalizzare l’acquisto di una casa per un’altra persona si rivela cruciale per non incorrere in spiacevoli sorprese. A tal proposito il Consiglio Notarile di Milano ha messo di recente in luce pro e contro delle due strade tra le quali poter scegliere.

Saper riconosce i pro e i contro

Certamente la scelta di versare la somma direttamente al venditore, senza dunque il passaggio di denaro tra genitori e figlio, risulta essere la più semplice in quanto necessita di un solo atto notarile al momento della compravendita e pertanto si riducono i costi burocratici. La somma, inoltre, è esente da imposta di donazione o successione e pertanto non va a pesare sulla franchigia di 1.000.000 di euro. In questo caso è molto importante fare attenzione alla scrittura dell’atto, che dovrà riportare tutte le informazioni necessarie (compresa la somma versata dai genitori), ed essere totalmente trasparente per non incorrere in problemi alla successiva rivendita.

Come abbiamo accennato, la seconda strada da poter scegliere è quella della donazione di denaro. Questa opzione necessita di due passaggi notarili, uno al momento della donazione di denaro tra genitori e figlio, l’altro per finalizzare la compravendita immobiliare e ciò comporta un aumento dei costi. La donazione di denaro, poi, va ad erodere la franchigia di 1.000.000 euro fissata dalla legge. Di contro i vantaggi della donazione sono la linearità e la semplicità dell’atto, anche per eventuali controlli da parte dell’Agenzia delle Entrate; ciò inoltre non inciderà in alcun modo su una successiva rivendita dell’immobile.

Gli articoli più letti

Condividi