Gli errori da evitare quando si vende casa

Chi decide di vendere la propria casa sta compiendo un passo importante e destinato ad avere una serie di ricadute finanziare, legali ed emotive di una certa entità. Proprio per questo motivo è importante essere consapevoli degli errori più frequenti che si possono commettere e dei molti rischi che si corrono quando si vende casa.

Stai pensando di vendere casa?

Con RockAgent vendi il tuo immobile in 45 giorni.

Chiedere un prezzo troppo alto

Il primo errore da evitare quando si vende un immobile è quello di chiedere un prezzo che non sia in linea con le valutazioni di mercato. Spesso il legame affettivo con la propria abitazione porta a sovrastimare il valore della casa conducendo a richieste non realistiche che non hanno alcuna possibilità di incontrare il favore dei potenziali acquirenti. In un mercato in continua evoluzione, e con i prezzi delle case a portata di click sui motori di ricerca e sui social network, un prezzo esagerato viene smascherato in pochi secondi e la casa sovrastimata non viene nemmeno visitata. Inoltre, più tempo l’immobile rimane sul mercato e più il suo valore si abbassa portando al rischio concreto di una sua svalutazione, cioè tutto il contrario di ciò che avrebbe voluto il proprietario! Chiedere il giusto prezzo, stabilito in accordo con l’agenzia immobiliare, è il primo passo per assicurarsi una vendita rapida e soddisfacente.

Non affidarsi a un’agenzia immobiliare (o affidarsi a più di una)

La tentazione di risparmiare sulle provvigioni dell’agente immobiliare può essere forte, ma sobbarcarsi una vendita senza l’assistenza di un professionista qualificato non è una buona idea. La vendita di un immobile richiede la conoscenza di una lunga serie di aspetti burocratici, fiscali e legislativi particolarmente complessi e in continua evoluzione: un privato, per quanto dotato di buona volontà, non può avere le competenze e l’esperienza necessarie per districarsi tra le mille insidie di una compravendita immobiliare, e il prezzo che rischia di pagare in caso di errori può essere molto salato. La presenza di un agente immobiliare formato e aggiornato sulle normative di riferimento solleva il venditore dal rischio di commettere gravi errori nella vendita di una casa e assicura che tutti gli aspetti relativi alla sua pratica siano gestiti nel modo più corretto.

Un altro errore frequente quando si vende casa è quello di incaricare più di una agenzia per la vendita senza dare l’esclusiva a nessuna. Anche in questo caso, il miraggio di riuscire a ottenere un prezzo più alto si scontra con la realtà dei fatti: un’agenzia che non ha l’esclusiva di vendita investirà meno sforzi ed energie nella presentazione dell’immobile e, di conseguenza, la casa si venderà con più difficoltà, più lentamente o a un prezzo molto ribassato rispetto alle aspettative del proprietario.

Non fornire tutte le informazioni

Tra i principali rischi che si corrono quando si vende una casa c’è quello di fornire una documentazione scorretta o incompleta. Nel momento in cui si mette una casa in vendita è fondamentale che tutti i documenti siano in regola. In particolare, bisogna verificare lo stato di conformità urbanistica e catastale dell’immobile e dichiarare eventuali difformità tra lo stato di fatto dell’abitazione e i documenti depositati presso il comune o il catasto di pertinenza. Oltre all’attestato di prestazione energetica (APE), che è obbligatorio, ci sono altri documenti che è utile fornire al consulente immobiliare, come certificazioni degli impianti idraulici e di riscaldamento e la documentazione relativa alle spese condominiali. Una mancanza di trasparenza relativa a questi aspetti si può tradurre nel migliore dei casi in un forte ribasso del prezzo o in una trattativa saltata, nel peggiore in un contenzioso legale con il rischio di dover pagare ingenti spese di risarcimento.

Non valorizzare l’immobile

Tra gli errori da evitare quando si vende casa un posto d’onore spetta alla mancata valorizzazione dell’immobile. Se è vero che l’abito non fa il monaco, è ancora più vero che una casa sporca, disordinata, piena di vecchi oggetti e impregnata di cattivo odore difficilmente attirerà l’attenzione di un potenziale acquirente. Gli errori nella presentazione della propria abitazione cominciano già nell’annuncio: fotografie sfocate realizzate con apparecchi non professionali, inquadrature storte o piene di oggetti in disordine, scatti al buio o in controluce sono solo alcuni esempi di immagini che allontanano le persone che scorrono gli annunci. Nel corso delle visite è ancora più importante che gli ambienti siano curati: se non si vuole correre il rischio di far scappare gli interessati bisogna evitare di presentare un appartamento in evidente stato di incuria, occupandosi in anticipo di piccoli interventi di riparazione, dando una rinfrescata alle pareti e tenendo la casa arieggiata e in ordine.

Gli articoli più letti

Condividi