Gli errori da evitare quando si compra o si vende casa

Decidere di vendere o comprare casa è un passo importante per la vita di molti, che porta con sé tutta una serie di domande e dubbi intorno ai quali spesso è difficile riuscire ad orientarsi, soprattutto se non si ha una conoscenza approfondita delle dinamiche del mercato immobiliare.

A complicare ulteriormente la situazione spesso si aggiungono anche i numerosi consigli che possono arrivare da amici e parenti.

Vediamo quindi insieme in questa guida quali sono i suggerimenti per vendere e comprare casa in modo fluido, veloce e semplice, ma anche quali sono i principali comportamenti da evitare e gli errori più comuni che si possono commettere, in modo da scongiurarli ed arrivare a concludere una compravendita di successo.

Consigli per chi vende casa

La prima cosa da fare quando si decide di mettere in vendita la propria casa è capire bene come preparare l’immobile; se è vero che si tratta di un luogo privato, è altrettanto vero che i potenziali acquirenti durante la visita devono riuscire ad immaginare proprio lì la loro futura quotidianità.

Attenzione quindi a non lasciare gli ambienti carichi di oggetti o elementi troppo personali.

Per dare una prima impressione positiva ai visitatori non bisogna assolutamente tralasciare la pulizia e l’ordine degli ambienti, compreso quelli esterni che, se presenti, devono essere curati e ben tenuti.

Essenziale dunque è un buono stato di manutenzione della casa, in modo da presentarla in maniera appetibile, e se necessario è importante considerare anche di compiere piccole opere di ristrutturazione prima della vendita, riuscendo così a poter contare anche su una valutazione immobiliare superiore.

Una volta predisposti gli ambienti al meglio ci si dovrà dedicare all’annuncio e in particolare alle fotografie che, come sappiamo, sono il vero e proprio bigliettino da visita di un immobile. No alle immagini amatoriali, fuori fuoco e che non mostrano bene gli spazi; le foto devono essere fatte in modo professionale preferibilmente da un professionista, luminose e in grado di riprodurre la migliore versione possibile della casa.

A proposito di luce, uno dei suggerimenti essenziali per chi desidera vendere casa è proprio quello di riuscire a sfruttare al massimo l’illuminazione naturale che può senz’altro dare un’ottima impressione a chi visita la casa per la prima volta.

Grande importanza è da riservare al momento delle visite, dove si concentrano moltissimi degli errori più comuni. Avere un’agenda troppo serrata non aiuta; un buon atteggiamento è invece quello di disponibilità e flessibilità negli orari.

Occhio poi alla puntualità, non si deve mai far aspettare un visitatore, oppure impiegare troppo tempo o troppo poco nella visita della casa.

Altro aspetto per evitare la propria casa invasa dagli sconosciuti è effettuare un buon filtro dei potenziali acquirenti interessati. Sicuramente pubblicizzare l’immobile anche con un Tour Virtuale (molto attuale in questo momento) e un bel video aiuta le persone a vedere ogni singolo angolo dell’immobile ed evitare di organizzare appuntamenti di visita a vuoto.

Già dal prima contatto informati sulle esigenze della persona che ti contatta quindi budget, metri, esigenze varie… i turisti immobiliari sono sempre in agguato!

Se scegliere di vendere casa come privato può sembrare una buona idea, prima di optare per questa strada è necessario fare due conti. Privarsi del supporto di un professionista può portare molto stress durante l’intero processo che, se non affrontato con le giuste conoscenze, rischia di diventare molto lungo e faticoso.

Le commissioni dell’agenzia immobiliare possono spaventare, ma oggi esistono delle alternative rispetto al tradizionale 3%+IVA applicato; è questo ad esempio il caso di RockAgent che ad un prezzo fisso e trasparente sin dall’inizio offre un servizio di qualità e altamente professionale.

Quali sono gli errori da evitare per chi compra casa

Gli errori sono dietro l’angolo anche per tutti coloro che desiderano acquistare casa; tra i più comuni c’è senza dubbio quello di non fare bene i conti.

Quando si è in procinto di comprare casa è infatti necessario considerare non solo le spese relative al suo valore, ma anche gli eventuali costi del mutuo o dei finanziamenti che si intendono richiedere, la commissione di intermediazione se ci si rivolge ad un’agenzia immobiliare, il notaio, le imposte da versare, i costi accessori, le possibili spese legate a piccoli e grandi interventi di manutenzione oppure quelle post acquisto come eventualmente l’IMU e le spese condominiali (ordinarie e straordinarie).

Uno dei consigli che possono aiutare i compratori è quello di considerare per le varie imposte (quella di registro, quella ipotecaria, quella di bollo, quella catastale e l’IVA) un 10% in più. In linea di massima una buona prassi è quella di fare un bilancio preventivo, tenendo da parte una sorta di fondo extra per le emergenze.

In una trattativa immobiliare ci si deve poi sentire pronti a negoziare il prezzo di acquisto; in questo caso un ottimo supporto può arrivare dalla scelta di affidarsi ad un’agenzia immobiliare che conosce le dinamiche del mercato nel profondo e i margini di trattabilità possibili.

Un aiuto in più, quello da parte di professionisti, anche qualora si concludesse l’acquisto: sarà indispensabile, prima di firmare la proposta e il preliminare, consultare tutta la documentazione per non incorrere in rischi inutili.

Gli articoli più letti

Stai pensando di vendere casa?

Con RockAgent vendi il tuo immobile in 45 giorni, senza provvigioni.
Condividi