ll proptech abbatte i costi nella vendita di immobili

Oggi chi desidera vendere un immobile rispetto al passato dispone di numerose opportunità offerte dal web e dalle nuove tecnologie. I tradizionali canali di vendita stanno piano piano lasciando sempre più spazio al brokerage online che permette di abbattere i costi e ottimizzare i tempi, non scendendo comunque a compromessi in termini di qualità.

Una crescita da record

Il proptech, e cioè tutte le innovazioni basate sul digitale e applicate al mercato immobiliare, sta rivoluzionando nel profondo il mondo della vendita e dell’acquisto di immobili, con la nascita di diverse società che offrono servizi che coniugano le nuove tecnologie agli strumenti più tradizionali delle agenzie immobiliari.
È questo ad esempio il caso di RockAgent, la digital company che si propone di rendere il processo di compravendita semplice e veloce, contenendo al contempo i prezzi pur contando su un alto grado di professionalità. Numeri alla mano: a fine 2018 erano previsti volumi pari a 20 miliardi di dollari, cifra che ha raggiunto i 27 miliardi nel quarto trimestre del 2019. L’emergenza sanitaria Covid-19 e il lockdown hanno inoltre portato una forte accelerazione della crescita di questo comparto.

Gli ingredienti del successo

Secondo quanto riportato in un recente articolo pubblicato su Il Sole 24 Ore, sono due gli elementi di successo principali del proptech: l’assenza di costi fissi e il prezzo competitivo. Chi sceglie di affidarsi a queste startup può contare su un costo fisso basso, con le commissioni di intermediazione assegnate al compratore o all’affittuario.

Stai pensando di vendere casa?

Con RockAgent vendi il tuo immobile in 45 giorni, senza provvigioni.
Condividi