Rogito notarile, cosa è importante sapere

Come abbiamo avuto modo di vedere nella news che approfondisce le varie fasi di una compravendita, una volta arrivati al rogito notarile possiamo dire di essere all’ultimo fondamentale passaggio per concludere la vendita e l’acquisto dell’immobile. Si rivela dunque fondamentale, per entrambe le parti, arrivare preparati a questo appuntamento; vediamo insieme in questa piccola guida quali sono le cose importanti da sapere quando si parla di rogito notarile.

Il rogito, di cosa si tratta

Per garantire la regolarità dell’atto di vendita è il notaio che, prima di convocare venditore e compratore, avrà l’onere di fare tutti gli accertamenti necessari sull’immobile e analizzando la relativa documentazione che è stata raccolta. Una volta fatto ciò il notaio, o una sua persona di fiducia, potrà occuparsi di redigere il contratto vero e proprio; in ogni caso è importante per le due parti coinvolte sapere che il notaio non è tenuto a leggere per intero il contratto stesso al venditore e al compratore, o accertarsi che questi abbiano ben compreso il contenuto del documento. Ecco perché il supporto di un’agenzia immobiliare può essere fondamentale anche in questo caso; poter contare sull’esperienza e la professionalità di una persona di fiducia consente infatti di vivere con maggiore serenità le varie fasi.

Una volta letto e approvato il contratto, sarà la volta delle due parti che dovranno sottoscriverlo, eventualmente in presenza di testimoni; la loro presenza in realtà è obbligatoria solamente in alcuni specifici casi, come ad esempio qualora una delle due parti venga ritenuta non in grado di firmare. A questo punto il notaio dovrà produrre quattro copie del contratto stesso da distribuire come segue: una al compratore, una al venditore, una per l’archivio notarile e una da depositare in Conservatoria dei Registri Immobiliari. Per ciò che riguarda i tempi, il notaio dispone di 30 giorni per procedere alla registrazione del contratto precedentemente sottoscritto, anche se in linea generale si tende a ridurre i tempi quanto più possibile.

Il contratto per essere formalmente accettato dovrà contenere una serie di informazioni fondamentali, come: il prezzo di vendita della casa e le modalità di pagamento stabilite tra venditore e acquirente, il certificato di agibilità, la classificazione energetica e le varie certificazioni degli impianti, comprese le scede catastali e le planimetrie dell’immobile in vendita. Di norma le spese notarili sono a carico dell’acquirente, a meno che non si sia trovato un accordo differente con il compratore.

Gli articoli più letti

Stai pensando di vendere casa?

Con RockAgent vendi il tuo immobile in 45 giorni, senza provvigioni.
Condividi